Yoga: come iniziare da autodidatta (6 consigli)

0
34

La domanda che probabilmente mi viene posta di più riguardo alla mia pratica è come ho iniziato. Vivere ad almeno 40 minuti da uno studio significa che circa il 90% della mia pratica è a casa e autodidatta.

Non fraintendetemi, non c'è niente di meglio che poter andare nel vostro studio più vicino dove potete esercitarvi sotto la guida di una buona esperienza Yogi.

Ma con la vita che è la cosa vivace e con il lavoro, la scuola, i bambini, la famiglia, gli amici e cercando di prendersi cura della tua sanità mentale a volte frustare il tuo tappetino a casa è tutto quello che hai spazio per.

Qui ci sono i miei 6 modi migliori per iniziare a praticare yoga da autodidatta.

1. SII PAZIENTE CON TE STESSO

Imparare da un esperto richiede tempo. Imparare da te stesso richiederà ancora più tempo. Praticare da soli significa che non avrete necessariamente qualcuno che vi dirà quando state facendo qualcosa di giusto o sbagliato, probabilmente non avrete qualcuno che vi allenerà mostrandovi i modi più semplici per fare le cose.

Probabilmente non vi renderete conto di poter fare certe cose fino a quando non lo scoprirete voi stessi. Capire che non sei un esperto e che questo è tutto un processo di apprendimento, per il tuo corpo e la tua mente. Sii paziente con te stesso.

2. USA IL WEB

Ci sono così tante risorse da cui imparare. YouTube, Instagram, siti web di Yoga! Una rapida ricerca su google può davvero darvi informazioni così tante.

Utilizzatelo!

Ho iniziato ad usare un sito web chiamato Yogaia, una piattaforma online con centinaia di classi online dove puoi cercare in base al tuo livello di abilità, limiti di tempo, umore o semplicemente digitare ciò che ti fa sentire e cliccare su ciò che sembra buono.

C'è anche Gaia, Yoga oggi e l'applicazione Cody con cui non ho esperienza diretta ma faccio la stessa cosa. Per lezioni e tutorial gratuiti come dimenticare il buon YouTube.

Ho fatto alcune lezioni su YouTube di Alo Yoga, dove ci sono un sacco di lezioni che vanno da 15 minuti a un'ora in cui è possibile praticare l'apprendimento online, cosa che mi è piaciuta moltissimo. Trovare ciò che funziona meglio per voi, mescolare e cercare su google il diavolo fuori di esso!

Se c'è un elemento della tua pratica, non sei sicuro di ricercarlo! Ottieni opinioni diverse sulle cose e sii veramente interessato a saperne di più! Una volta che si sviluppano alcune buone basi e hanno alcune conoscenze di base sulla forma corretta e la comprensione di come il vostro corpo si muove si inizierà a sentirsi più a suo agio libero che scorre e si muove al ritmo del proprio tamburo.

Internet è il tuo amico e ci sono così tante informazioni che ti aspettano solo per assorbire! Così ottenere in linea!

3. VAI A QUALCHE LEZIONE

So che non possiamo sempre entrare in uno studio per esercitarci. Ma soprattutto se si sta entrando nello yoga fresco, senza alcuna esperienza precedente o conoscenza dei propri limiti, consapevolezza corporea e alcune regole fondamentali sull'allineamento.

Andare in alcune classi dove è possibile ottenere i consigli e la direzione da un professionista addestrato è inestimabile e potrebbe essere ciò che vi impedisce di infortunarvi presto nella vostra pratica.

Cercate di impegnarvi in almeno una classe alla settimana per imparare alcune fondamenta e alcune Asana di base che potete fare con fiducia da soli. Entrare nello yoga da soli a volte può farti sentire perso e irritato e non sapere cosa fare, il che può scoraggiare la pratica.

Se stai lottando per iniziare da solo, vai prima in alcune classi, impara da alcuni insegnanti che sanno le loro cose, fai domande e sii curioso. Imparare sotto la supervisione di un istruttore vi darà fiducia nel sapere che state facendo le cose correttamente e con la forma corretta. In realtà andare a qualche lezione.

4. INIZIA DA ZERO E VAI AL TUO RITMO

Lo so, vedere tutti quegli yogi che stanno in piedi sulla testa con i piedi dietro la testa è impressionante! E mentirei se non dicessi che la prima volta che ho iniziato ho fatto un salto nel voler imparare queste mosse difficili perché sembravano così dannatamente belle. Ma tentare questi tipi di mosse senza aver prima formato una solida pratica di base può davvero causare lesioni.

Non sentirti come se fossi uno yogi devi essere super flessibile o in grado di bilanciare subito su un piede. Ascolta il tuo corpo e vai al tuo ritmo. Se qualcosa fa male, non spingere fino in fondo.

Capire che non c'è bisogno di forzare nulla e il fatto di essere sul tappetino in movimento è sufficiente. Comprendete i vostri limiti e mentre sì, migliorare è sempre bello, sappiate che il progresso non è lineare e che è giusto prendere le cose più lentamente se questo è davvero ciò di cui avete bisogno.

Iniziate con quello che vi sentite a vostro agio e il progresso mentre vi sentite più forti. Tentare le cose che forse sono fuori dalla vostra profondità troppo presto potrebbe causare lesioni, ma anche che potrebbe portare a sentirsi sconfitti e non voler fare pratica. Iniziate da zero e andate al vostro ritmo.

5. FAI DOMANDE

Quando vai a lezione e qualcosa non va bene. Quando vedi o senti una parola quando navighi online per le tue classi. Quando si sta scorrendo attraverso alcune asana e non sei sicuro se il tuo fare qualcosa di giusto - Fai domande.

Se questo significa una ricerca su google e la lettura di articoli o se avete qualcuno che ne sa un po 'di esso a vostra disposizione e sono disposti a condividere ciò che sanno.

Ma soprattutto se sei in classe e hai un insegnante che ti guida - Prendi quel momento come un'opportunità per assorbire quante più informazioni possibili! Siate curiosi, siate specifici e curiosi e non abbiate paura di parlare se avete una preoccupazione o una domanda.

Più informazioni si possono raccogliere (soprattutto quando si dispone di un insegnante addestrato a vostra disposizione), meglio sarà. Fai domande che ti aiuteranno quando pratichi da solo.

In questo modo vi sentirete più sicuri della vostra pratica e svilupperete un reale interesse ad imparare di più in modo da poter essere ben informati e sicuri quando si arriva al punto di insegnare qualcosa di nuovo a voi stessi. Fai domande.

6. GIOCA!

Lo yoga dovrebbe essere SEMPRE qualcosa che ti piace. Che si tratti di rompere il sudore, di far recuperare il corpo o di dargli una buona distensione. Ascoltare ciò di cui il corpo ha bisogno momento per momento e onorare che è onestamente una delle parti migliori di questa pratica.

Lasciatevi muovere come si vuole muoversi e davvero concedetevi questo spazio per godervi la vostra pratica. La cosa meravigliosa della pratica a casa è che si può davvero sintonizzarsi con se stessi e dare al proprio corpo ciò di cui ha bisogno.

Mettete della musica se questo è quello che vi piace o semplicemente ascoltate i suoni che vi circondano. Uscire in natura o rotolare il tappetino nel vostro salotto. Flusso al mattino o al pomeriggio. Scopri come ti piace praticare e divertirti con esso. Esplora. Godetevi. Giocare.

Spero che questi pochi consigli vi abbiano aiutato. Ogni giorno è un viaggio nello yoga e non c'è fine a questa bella pratica. Imparerai per sempre cose nuove e scoprirai di più sulla tua pratica e su te stesso.

Non abbiate paura di iniziare perché sentite di non poterlo fare - sarete davvero sorpresi di ciò che potete ottenere con coerenza e curiosità.

Godetevi il viaggio e divertitevi sempre. Lo yoga dovrebbe essere sempre qualcosa che ti piace e un luogo in cui puoi tornare a respirare, giocare e resettare.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAsana: cos'è, definizione e significato
Prossimo articoloCome vestirsi per fare Yoga: 7 regole
Lo yoga è la scienza del vivere. Esso lavora su tutti gli aspetti della personalità umana: fisico, vitale, mentale, emozionale e psichico. Lo yoga è un mezzo per equilibrare ed armonizzare il corpo e la mente. Centro Dharma Yoga è il portale sul mondo dello yoga come pratica ascetica e meditativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here