Mudra

0
41

I Mudra impegnano alcune zone del cervello e dell'anima, esercitando una specifica influenza a livello mentale, psicologico e anche fisico.

La loro origine rimane avvolta nel mistero, poiché l'uso dei gesti nei rituali non è prerogativa asiatica, ma si ritrova anche nelle altre culture del mondo.

Cionondimeno, in India i mudra hanno acquisito un particolare significato nella raffigurazione delle divinità, delle quali rappresentano anche le caratteristiche salienti.

Queste antiche tecniche indiane sembrano sposarsi in maniera perfetta con i ritmi frenetici della vita di oggi.

Non solo esse possono essere praticate in qualsiasi tempo e luogo con uno sforzo minimo, ma creano anche un' "oasi" di riposo che ci libera dallo stress e dall'agitazione, rigenerandoci e ristabilendo una comunione con noi stessi.

Definizione - Cosa significa Mudra?

Il mudra è un gesto simbolico e rituale usato nello yoga, nel buddismo e nell'induismo. La parola è sanscrito che significa "gesto", "marchio" o "sigillo". I mudra sono più comunemente noti come posizioni delle mani nello yoga e nella meditazione, che si ritiene influenzano il flusso di energia nel corpo e sbloccare i chakra.

Ci sono numerosi tipi di mudra. Ogni tipo è pensato per avere un effetto specifico sul corpo e sulla mente, liberando i centri psichici e canali energetici. Anche se i mudra delle mani (hasta) sono i più comuni nello yoga, ci sono anche mudra del corpo (kaya) e della coscienza (citta).

Spiegazione dei Murda

Tipicamente, i mudra vengono eseguiti insieme al pranayama, in pose da seduti come padmasana (posa del loto), vajrasana (posa fulmine) o sukhasana (posa facile).

Dei molti tipi di mudra delle mani, alcuni sono i seguenti:

  • Prana mudra: Il medio e l'indice rimangono estesi mentre il mignolo, l'anulare e il pollice si toccano. Si ritiene che questo mudra aumenti la vitalità e attivi il chakra della radice (muladhara).
  • Gyan mudra: Conosciuto anche come mudra del mento, questo è uno dei mudra più riconosciuti. La punta del pollice e l'indice si toccano con i palmi delle mani rivolti verso l'alto. Si ritiene di ridurre lo stress e rilassare la mente per la meditazione.
  • Jnana mudra: Con i palmi rivolti verso l'alto, le mani poggiano sulle ginocchia in posizione seduta. Si ritiene che questo mudra sollevi il corpo e la mente.
  • Linga mudra: Entrambe le mani sono chiuse davanti al corpo, quindi il pollice sinistro punta verso l'alto ed è circondato dal pollice e dall'indice della mano destra. Si ritiene che questo mudra generi calore nel corpo, aumentando così il sistema immunitario.
  • Anjali mudra: I palmi di entrambe le mani sono posti davanti al petto in posizione di preghiera. E 'spesso utilizzato all'inizio e alla fine della lezione di yoga come saluto.
CONDIVIDI
Articolo precedenteGlossario dello Yoga
Prossimo articoloMantra
Lo yoga è la scienza del vivere. Esso lavora su tutti gli aspetti della personalità umana: fisico, vitale, mentale, emozionale e psichico. Lo yoga è un mezzo per equilibrare ed armonizzare il corpo e la mente. Centro Dharma Yoga è il portale sul mondo dello yoga come pratica ascetica e meditativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here