Come vestirsi per fare Yoga: 7 regole

0
30

La prima volta che io e mia moglie abbiamo fatto yoga, i suggerimenti che abbiamo ricevuto per il nostro abbigliamento yoga erano piuttosto vaghi: "indossare qualcosa di comodo e largo".

Attraverso l'esperienza, abbiamo imparato che vestirsi per lo yoga è un po' più complesso di così e, come qualsiasi altra attività fisicamente impegnativa, l'attrezzatura di allenamento giusta fa un'enorme differenza.

Non si tratta solo di te. I vestiti giusti aiutano il tuo istruttore e danno considerazione agli altri - sì, anche gli yogi possono puzzare e il vecchio tetta che spunta fuori diventa un po' vecchio dopo un po'!

Ecco sette regole per l'abbigliamento yoga, dall'inizio alla fine.

REGOLA 1: TEMPIO IL TUO PRIMO PIANO

"Confortevole" non deve significare per forza libera. Top e T-shirt allentati finiranno per cadere sopra la testa ed esporre la pancia ogni volta che si va a Downward Dog o upside-down.

I top non dovrebbero essere tagliati troppo in basso, sia - le cose stanno andando a cadere o addirittura cadere ogni volta che c'è torsione, piegamento all'indietro o giro a testa in giù.

Optare per lunghi, top montati che rimangono in posizione e ti tengono coperto, non importa quello che fai. Questo aiuta anche l'istruttore a vedere cosa sta succedendo con il tuo core e l'allineamento del corpo.

Infine, giocate con sicurezza e attenetevi ai colori scuri, specialmente se vi sudate abbastanza - dopo tutto, è yoga, non una gara di T-shirt bagnata.

REGOLA 2: IL REGGISENO GIUSTO

Non fatevi ingannare pensando che solo perché lo yoga è "a basso impatto" potete indossare qualsiasi reggiseno. Con tutto lo stretching e l'estensione, vi pentirete presto di nulla con il filo metallico e sarete grati per il modo in cui la copertura extra che un reggiseno sportivo dà quando le vostre signore sono capovolte in ogni modo.

E' anche importante avere un reggiseno con gestione dell'umidità e resistenza all'abrasione per evitare fastidiosi sfregamenti. Tutto questo vale doppio per Bikram o Hot Yoga!

REGOLA 3: FAI RESPIRARE LA PELLE

Lo yoga ha una grande enfasi sulla corretta respirazione - e questo dovrebbe valere non solo per i polmoni, ma anche per la pelle.

Le persone che non hanno familiarità con lo yoga spesso pensano che la mancanza di azione significhi una mancanza di sforzo. Non è questo il caso, perché c'è molto sforzo isometrico - sì, lo yoga fa sudare.

Bisogna indossare tessuti sottili che non si ammassano o trattengono l'umidità, ma che invece "respirano" o tengono il sudore lontano dal corpo.

Scegli un tessuto che non solo respira bene, ma è anche morbido contro la pelle e fornisce una protezione antibatterica per prevenire gli odori.

REGOLA 4: L'ARIA DEVE PASSARE

Il fattore di traspirabilità dovrebbe arrivare fino alle parti più private. Il cotone non è la scelta migliore per l'intimo - certo, traspira, ma diventa pesante quando è bagnato e non si asciuga rapidamente.

L'ultima cosa a cui si vuole pensare quando si allargano le gambe in larghezza o si attaccano le gambe in aria è se si stanno facendo sudore burattini ombra con la vostra roba.

Optare per alcuni slip o boxer che assorbono l'umidità (opzione migliore per ridurre gli sfregamenti) e evitare pantaloni o pantaloni o pantaloncini che si assottigliano all'inguine.

REGOLA 5: PANTALONI YOGA

I pantaloni da yoga sono complicati. I pantaloncini sciolti dovrebbero essere evitati (specialmente dai ragazzi!) per ragioni simili a quelle che si eviterebbero i top sciolti, e anche i pantaloncini corti tenderanno ad accumularsi quando ci si sposta, lasciandovi a tirarli giù ogni cinque minuti. Tuttavia, i pantaloncini da bicicletta sono una buona opzione se si sta facendo Bikram yoga o sudando molto.

I pantaloni lunghi dovrebbero essere comodi, ma dovrebbero essere in grado di allungarsi - prova alcuni affondi o tratti in spogliatoio per essere sicuri di avere una gamma completa di movimento. I collant compressivi hanno il vantaggio di aiutare la consapevolezza del tuo corpo, in modo da mantenere le tue posizioni migliori.

Se siete preoccupati di essere troppo freddi, optate per un pantalone da allenamento adatto alla forma. Evitare qualsiasi tipo di fondo che ha un cordoncino ingombrante in vita, perché il nodo sarà un dolore quando ci si sdraia a faccia in giù.

Ricordate anche che sarete a piedi nudi durante il corso, quindi dovete stare attenti che i vostri pantaloni non sono così lunghi che vi inciampano. Tre quarti forma-fitting pantaloni sono una buona opzione.

REGOLA 6: VESTITI A STRATI

Può volerci un po' di tempo per riscaldarsi nello yoga, specialmente nei climi più freddi, quindi è bene indossare strati sottili che sono facili da togliere. Gli strati vi aiuteranno ad alzare la temperatura al cuore aumentando la temperatura al cuore e allentando i muscoli, quindi prevengono i brividi durante la fase finale di rilassamento della classe.

REGOLA 7: CURA I POLPACCI

Scarpe e calzini sono di solito sconsigliati per lo yoga in quanto interferiscono con la presa del piede sul tappetino yoga. Tuttavia, se hai freddo nella parte inferiore delle gambe o sei incline a crampi al polpaccio o dolore, puoi indossare maniche di compressione al polpaccio, che ti aiuteranno in entrambi i casi. Queste vanno fino alla caviglia, ma lasciano i piedi liberi di muoversi con la massima flessibilità.

CONDIVIDI
Articolo precedenteYoga: come iniziare da autodidatta (6 consigli)
Prossimo articoloPatanjali
Lo yoga è la scienza del vivere. Esso lavora su tutti gli aspetti della personalità umana: fisico, vitale, mentale, emozionale e psichico. Lo yoga è un mezzo per equilibrare ed armonizzare il corpo e la mente. Centro Dharma Yoga è il portale sul mondo dello yoga come pratica ascetica e meditativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here