mercoledì 23 aprile 2014    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
Meditazione Vipassana Riduci

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx         

MEDITAZIONE VIPASSANA


                                  om1.jpg

Perchè meditare, cosa significa meditare? Si medita per trovare una risposta ad un profondo disagio esistenziale, per trovare libertà, felicità duratura,e la fine della sofferenza psicologica e fisica. Come possiamo fare tutto questo? C'è una via che è quella della purificazione della mente dai tre veleni fondamentali, la brama o desiderio o attaccamento,l'odio, l'illusione o ignoranza,da cui deriva tutto il male. Meditare vuol dire coltivare la mente,quindi fare crescere in noi le buone qualità,la mente è qualcosa di comune a tutta l'umanità,è la cosa più vicina a tutti noi,attraverso essa siamo consci del mondo esterno ed interno, "se la mente è compresa tutte le cose sono comprese" Essa è la fonte di tutto il bene e di tutto il male che sorgono in noi da dentro e da fuori e che sorgono nel mondo. Il messaggio del Buddha insegna che la mente è così vicina eppure così sconosciuta, è così selvaggia e ostinata ma può diventare flessibile e duttile, la mente che è schiava può diventare libera qui ed ora. Quindi il messaggio curativo del Buddha può essere sintetizzato nell'esortazione "siate consapevoli" e la consapevolezza è la chiave per coltivare e sviluppare la mente. Tra i tanti Sutta(discorsi del Buddha) ce ne è uno in particolare che ci interessa e che riguarda la meditazione Vipassana o di Visione Profonda, ed  il Maha-Satipattana Sutta o discorso sulle applicazioni dell'attenzione, che si trova nella Collezione dei Discorsi Lunghi (Digha Nikaya) .

 statua1.jpg

Da questo discorso viene fuori chiaramente che la meditazione si basa essenzialmente su quattro fondamenti dell'attenzione o della consapevolezza: corpo o materia, sensazioni, mente(nel senso di coscienza che si presenta in un dato momento o stato mentale),e formazioni mentali (nel senso di oggetti o contenuti della mente). Possiamo affermare che questi quattro fondamenti della consapevolezza comprendono interamente l'uomo e il suo campo di esperienza.Essi ci aiutano a coltivare la consapevolezza in modo sempre più continuo sia nella meditazione formale (che è un esercizio un allenamento) che nella vita quotidiana che è il campo di applicazione più appropriato della meditazione. Il punto fondamentale è che sviluppando una consapevolezza sempre più continua,precisa,dettagliata e profonda possiamo comprendere la vera natura dei fenomeni fisici e mentali,le cui caratteristiche sono l'impermanenza, la natura insoddisfacente e che quindi provoca sofferenza, e la mancanza di sostanzialità. Questa comprensione è ciò che viene chiamata Visione Profonda della Vera Natura o della Realtà, da ciò sorge la saggezza che porta alla Liberazione.

Per fare questo ci si applica nella meditazione formale di cui sono indicate varie tecniche che ci aiutano a sviluppare consapevolezza, concentrazione e consapevolezza concentrata, o focalizzazione della mente che può essere applicata anche alla vita quotidiana nelle attività e nelle relazioni. La qualità di questa consapevolezza concentrata è che non è fissa su di un singolo oggetto ma riconosce tutto quello che sorge alle porte dei sensi, e mantiene la mente chiara leggera,non confusa e molto energetica. La tecnica principale che viene insegnata nei ritiri (per esempio nel centro di Pian Dei Ciliegi) è quella dell'osservazione del movimento dell'addome dovuto al respiro, ma anche del respiro alla base del naso (Anapanasati) o nella parte alta del petto (aria che entra e che esce). Altre tecniche sono l'osservazione della postura e dei punti di contatto,o delle sensazioni attraverso il corpo dalla cima del capo alla base, la meditazione camminata,e la meditazione delle attività quotidiane. Tutte queste tecniche possono essere apprese dettagliatamente partecipando ad un ritiro intensivo.

 

Per quanto riguarda la meditazione di Metta ( gentilezza amorevole) possiamo dire che è fondamentale nel Buddhismo sviluppare le qualità del cuore oltre che della mente (anche se si potrebbe parlare di mente/cuore come un unica cosa). Per alcune persone è necessario procedere prima dalla Metta e poi alla Vipassana, per altre è necessario coltivarle contemporaneamente, per altre ancora è possibile procedere solo dalla Vipassana e sviluppare anche la qualità del cuore.
Chiunque è interessato alla meditazione comunque non può fare a meno di trovare un buon insegnante, e di partecipare a dei ritiri intensivi. Un centro qualificato è quello
del  
Pian Dei Ciliegi. In alternativa è possibile frequentare gruppi di meditazione (per esempio presso il Centro Dharma Yoga).


 

Stampa  

Sostieni PianDeiCiliegi Riduci
Stampa  

AudioCorsiMeditazione Riduci

Per accedere ai files audio (mp3) "nascosti" in questa sezione (Corsi di Meditazione del Ven. Bhante Sujiva o Hannes Huber e Beate Gloekner ) è sufficiente entrare nel sito tramite il proprio Nome Utente tramite il pulsante LOGIN, per iscriversi al sito usare la procedura di REGISTRAZIONE (vedi pulsanti nella parte alta della pagina)

[To access the audio files (mp3) "hidden" in this section (courses of Meditation Ven Bhante Sujiva or Hannes Huber and Beate Gloekner) is sufficient to enter the site using your Username via LOGIN button to enter the site using the registration procedure (see buttons at the top of page)]

Nota: Come fare download di un file dal sito

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Stampa  

PraticaMetta Riduci
Stampa  

Download- Manuale Vipassana Sujiva Riduci
(per il download dei ducumenti è necessario Registrarsi al sito) __ E' gradita una libera donazione (dana) per il centro di Meditazione Piandeiciliegi - PC -
Stampa  

ManualeVipassana Riduci

 

(per il download dei documenti è necessario iscriversi al sito)

E' gradita una libera donazione (dana) per il centro di Meditazione Piandeiciliegi

ElementiEssenzialiDellaPraticaDiMeditazioneDiVisioneProfonda.gif

Elementi Essenziali Della

Pratica di Meditazione di Visione Profonda

Un approccio pragmatico alla Vipassana

PraticaDiMettaSujivaBook.jpg

Pratica di Metta (Gentilezza Amorevole)

SUJIVA

Edizione italiana a cura dell'Associazione culturale Pian dei Ciliegi

Stampa  

Manuali Vipassana Riduci
Stampa  

Insegnamenti Riduci
Per la lettura dei documenti è sufficiente entrare nel sito tramite il proprio Nome Utente tramite il pulsante LOGIN altrimenti usare la procedura di REGISTRAZIONE (vedi pulsanti nella parte alta della pagina)
Stampa  

Perchè Meditare ? Ayya Khema Riduci
- Aprire il cuore - Finchè non coltiviamo pensieri amichevoli verso ogni persona che incontriamo, giorno dopo giorno, ci perdiamo la parte più gioiosa della nostra vita. Se davvero potessimo aprire i cuori non sarebbe affatto difficile essere felici. -Ayya Khema-
Quando vediamo con chiarezza, possiamo cambiare. -Ayya Khema-
Stampa  

Bhante Sujiva Riduci
sujiva.jpg
 Il centro Pian dei Ciliegi è sotto la guida spirituale del Ven. Sujiva,monaco di tradizione Theravada di nazionalità malese ma cinese di origine. Risiede a Pian dei Ciliegi per periodi dedicati ai suoi ritiri personali o per insegnare la meditazione. Ha dedicato la sua vita all'insegnamento della meditazione Vipassana, e sono ben note tra i suoi studenti la sua abilità come insegnante, le sue doti di compassione, e la sua profonda comprensione degli insegnamenti del Buddha. Fino al 1996 è stato la guida spirituale di un centro di meditazione in Malesia che egli stesso ha fondato e sviluppato dal 1982. Dopo questo periodo ha deciso di lasciare il suo centro e di dedicarsi all'insegnamento all'estero. Da allora ha condotto numerosi ritiri a Hong Kong, Australia, Nuova Zelanda, e poi in Europa, in Italia, Svizzera, Repubblica Ceca, Slovacchia e negli Stati Uniti. Attualmente ha deciso di risiedere più stabilmente in Europa dove sta seguendo vari gruppi di studenti nei diversi paesi. Il suo approccio alla pratica della Vipassana è flessibile e aperto, adatto alla mentalità occidentale pur mantenendo fede all'insegnamento tradizionale. Egli inoltre enfatizza l'importanza della pratica di Metta come via per lo sviluppo dell'unità mente/cuore. Il Ven.Sujiva si è ordinato monaco poco dopo essersi laureato alla facoltà di

Scienze Agrarie presso L’Università della Malesia nel 1975. Durante il suo training monastico ha seguito gli insegnamenti di diversi importanti maestri tra cui Ovadacariya Sayadaw U-Pandita. Il Ven.Sujiva è autore di diversi libri sulla pratica di Vipassana e Metta e anche di poesia. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.sujiva.wz.cz
Stampa  

Hannes Huber&BeateGloekner Riduci

 

gloecknerbeate.jpgHannes Huber_Vipassana.jpg

Hannes Huber: è un insegnante di Dhamma
austriaco con una solida formazione alle spalle. Ha  cominciato a meditare nel
1985 con Godwin Samararatne dello Sri Lanka e  ha una lunga esperienza di
ritiri nella tradizione Mahasi con il Ven. U-Pandita e il Ven. U-Vivekananda,
da cui è stato autorizzato a insegnare. Riporta gli insegnamenti di questa
tradizione molto fedelmente pur offrendo un approccio accessibile alla
mentalità occidentale, grazie anche alla sua formazione in psicosintesi con l’
insegnante Sascha Dönges. Insegna Meditazione Vipassana in Austria e altri
paesi europei.

Beate Gloekner: è un’insegnante di meditazione vipassana tedesca
che si è formata nella tradizione birmana di Mahasi Sayadaw, sotto la guida del
Ven. U-Pandita, U-Vivekananda  U- Sassana e altri. Possiede una lunga
esperienza di pratica personale che approfondisce attraverso lunghi ritiri
intensivi che segue regolarmente in Nepal e Birmania. Il suo approccio, pur
restando fedele agli insegnamenti originali del Buddha di cui possiede una
solida conoscenza, è consono alla mentalità occidentale grazie anche alla sua
formazione come psicoterapeuta della scuola  Gestalt.
Stampa  

Vivekananda Riduci

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Ven. U- Vivekananda

Il Ven. U-Vivekananda è un monaco di origine tedesca che ha iniziato il suo training monastico sotto la guida di Sayadaw U Panditabhivamsa della Birmania nel 1988. Dal 1998 insegna meditazione vipassana nella tradizione del Ven. Mahasi e ha condotto ritiri in Europa, Israele e negli Stati Uniti. E’ l’Abate del Panditarama Lumbini International Meditation Centre, in Nepal. Profondo conoscitore delle scritture, il Ven. U-Vivekananda  insegna il Dhamma in modo completo e accurato, sa infondere interesse ed entusiasmo per la pratica ed è molto incoraggiante. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.panditarama-lumbini.info
Stampa  

Bodhidhamma Riduci

 xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Ven. Bodhidhamma

Bhante Bodhidhamma è un monaco Theravada di origine inglese. E’ stato originariamente discepolo del Ven. Sayadaw U Janaka (Birmania) e si è ordinato monaco nella tradizione di Mahasi nel 1986. Da allora ha seguito principalmente gli insegnamenti del Ven. Sayadaw Rewata Dhamma , del Ven. Sayadaw U Pandita e ha seguito un lungo periodo di training al Kandubada Centre, nella tradizione Mahasi nello Sri Lanka. Dal 2001 al 2005 è stato insegnante residente al centro di ritiri Gaia House in Inghilterra. Dal 2006 è direttore spirituale del Centro di Meditazione Satipanya Buddhist Trust, nel Galles (Regno Unito). Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.satipanya.org.uk

Stampa